Coppia: l’amore non basta

Lo scopo della terapia cognitiva per la coppia è rendere chiaro il modo di pensare e comunicare dei partner per evitare, innanzitutto, le interpretazioni sbagliate. Spesso, il modo in cui pensiamo è determinante del nostro comportamento e dei suoi risultati e quando sbagliamo nel giudicare o nel comunicare, arrechiamo sofferenza sia a noi stessi che...

La pedagogia della lumaca

Gianfranco Zavalloni è stato un insegnante e un dirigente scolastico vissuto nel territorio cesenate, attento alla salute e benessere dei bambini. Tra i suoi numerosi contributi, è creatore della cosiddetta “Pedagogia della lumaca“: cos’è? La società contemporanea è caratterizzata da ritmi sempre più frenetici e accellerati, ritmi che, spesso, ritroviamo anche nella scuola non rispettando...

Insieme nella rete

L’adolescenza è un periodo della vita che si caratterizza per importanti cambiamenti biologici, corporei, emotivi e comportamentali, nonché di ristrutturazione del concetto di sé. In questi anni si modifica in modo radicale e, spesso, tumultuoso il modo di guardare e sentire il mondo in una transizione verso l’età adulta. Il compito fondamentale dell’adolescente è la...

Le dieci regole della buona comunicazione

Oggi il modo di comunicare è drasticamente cambiato. L’uso dei social media e il numero sempre più alto di informazioni che riceviamo in brevissimo tempo, hanno generato modifiche profonde nello stile comunicativo: soglia di attenzione estremamente ridotta, dipendenza dalle connessioni, multitasking costante che causa inefficienza mnemonica nel lungo periodo, relazioni interpersonali basate sulla virtualità. Tutto questo ci...

La paternità

Nei decenni di studi sull’attaccamento e sulla genitorialità, un grande rilievo si è dato alla figura materna. Si hanno moltissime evidenze e informazioni sulla relazione madre-bambino, in quanto la mamma è, nella maggior parte dei casi, la sponda relazionale di maggior rilievo per il neonato. La conseguenza di questo però, è la presenza di poche...

L’importanza della qualità del sonno

Nella “Società delle 24 ore” non esistono più limiti ai momenti di lavoro: sia virtualmente che nell’operatività quotidiana, le persone possono fare qualsiasi cosa ad ogni ora del giorno e della notte, sia a livello lavorativo che sociale. Gli orari di lavoro costituiscono un fattore cruciale dell’organizzazione del lavoro, con importanti implicazioni economiche e sociali...

Chi decide se sei bella?

Fin dall’antichità la bellezza femminile è stata valutata sulla base di un modello estetico di riferimento, riconosciuto dalla società in un determinato contesto storico e culturale: dall’ideale discendono i canoni estetici, ovvero le caratteristiche tipiche della bellezza. In tal senso, maggiore è la somiglianza della donna a parametri predefiniti, maggiormente essa è considerata bella. Ma...

Il valore della tristezza

Lavorando in seduta con gli adolescenti, spesso, succede che molti di loro riportino di provare tristezza in diversi momenti delle loro giornate. In molti casi, riportano questo dato con angoscia o perplessità, in quanto loro stessi per primi si interrogano sul perché di tale emozione: sono giovani, spesso di buona famiglia, in salute e con...